Ambiti di intervento

La Cooperativa ha come oggetto l’applicazione e la diffusione dell’approccio pedagogico.

Questo obiettivo è perseguito mediante la gestione di servizi pedagogici in contesti educativi (scuole, comunità, centri di aggregazione, centri sportivi, ecc.) rivolti ai bisogni di minori, genitori, famiglie, insegnanti, educatori e volontari.
In relazione a ciò la cooperativa progetta, realizza e gestisce stabilmente o temporaneamente, in conto proprio o per conto terzi interventi a favore di adulti e minori che vivono in situazioni di disagio attraverso attività di informazione, formazione, consulenza, counselling e accompagnamento nella forma di progetti pedagogici:

  • rivolti alla tutela dei minori;
  • per l’infanzia (all’interno di Asili nido, Nidi famiglia, Centri giochi, scuole dell’infanzia, primarie, secondarie di primo e secondarie) e per la famiglia;
  • per comunità alloggio;
  • di consulenza pedagogica ad enti pubblici e privati;
  • di consulenza pedagogica a singoli;
  • di consulenza pedagogica, colloqui di coppia, famiglia e gruppi;
  • di counselling pedagogico per singoli, coppie, famiglie e gruppi;
  • di relazione d’ufficio richieste da enti pubblici o di parte;
  • somministrazione, elaborazione e restituzione di test e questionari;
  • di formazione per il personale di enti pubblici, a privati e a gruppi;
  • di supervisione individuale o di gruppo; progetti di ricerca, prevenzione, orientamento, educazione alla salute;
  • coordinamento e raccordo della rete dei servizi alla persona;
  • counselling pedagogico per servizi inserimento scolastico e lavorativo di portatori di handicap e di soggetti socialmente e culturalmente svantaggiati.

Lavoro di rete

Si articola e si sviluppa attraverso incontri periodici o sul bisogno con tutti gli attori attivi sul minore e sulla sua famiglia. Il lavoro di rete prevede il costante coordinamento e confronto con il case manager incaricato.

Il pedagogista nel lavoro di rete esplica oltre che una funzione di raccordo con la scuola, anche un’azione progettuale e propositiva di matrice pedagogica, cura e promuove azioni di rete con i servizi specialistici territoriali sia pubblici che privati (se prescelti dalla famiglia), al fine di definire e progettare azioni sinergiche con la scuola e/o altri servizi se attivi.

Le azioni di rete possono interagire con il territorio attraverso il coinvolgimento di parrocchie, associazioni locali, polizia locale e società sportive.

I commenti sono chiusi